Corso On-Line di Scrittura Creativa Il Teatro delle Parole
a cura di Iaia Caputo

 

corso online di scrittura

 

Corso di scrittura e tecniche narrative, rivolto a chi vuole imparare a raccontare (dal testo teatrale al romanzo, dalla sceneggiatura al racconto), e a quanti sono interessati a perfezionarsi come narratori.

 

CORSO BASE

  • Date: giovedì 22 ottobre, 5 e 19 novembre, 3 e 17 dicembre 2020, 14 e 28 gennaio, 11 febbraio 2021

  • Orario: dalle ore 19 alle ore 21

  • Posti disponibili: max 20

  • Costo: € 230

  • Informazioni e iscrizioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Il corso si articola in otto lezioni nelle quali si affronteranno temi, problematiche e strumenti fondamentali per cimentarsi con un testo narrativo, così da permettere a ciascuno di confrontarsi con le proprie possibilità e, soprattutto, scoprirne di nuove.

 

Programma 

 

  • 1° INCONTRO: Come comincia una storia. Incipit, sfondo e genere.

  • 2° INCONTRO: I personaggi: come entrano in scena.

  • 3° INCONTRO: Raccontare una storia: immaginazione e costruzione.

  • 4° INCONTRO: Tempi verbali e piani temporali. 

  • 5° INCONTRO: La trama: la tessitura e gli indizi. Rivelare e nascondere. 

  • 6° INCONTRO: Come si parla? Le tecniche del dialogo. 

  • 7° INCONTRO: Il punto di vista. Descrizioni, voce e stile.

  • 8° INCONTRO: I punti di svolta. Climax e finali.

 

Alle lezioni teoriche seguono sempre esercitazioni nell’aula virtuale. Durante il corso i partecipanti cominceranno a scrivere brevi testi narrativi.

 

Perché un corso di scrittura

Nessun corso di scrittura farà mai dono del talento e tantomeno garantirà la nascita di uno scrittore e neppure di un libro, ma la maggior parte di quanti hanno fatto della scrittura un mestiere potrebbero affermare che se avessero frequentato una writing school avrebbero imparato prima, e forse dannandosi meno, i primi rudimenti, le regole di base, diciamo anche alcuni trucchi.

Quando mi chiedono se si può insegnare a scrivere rispondo sempre paragonando la scrittura a tutte le altre attività creative: chi penserebbe mai di essere capace di dipingere, suonare, comporre musica o dirigere un film per il semplice fatto di desiderarlo? Si dà per scontato che ciascuno di questi ambiti molto prima di poter diventare una dimensione espressiva è apprendimento, studio, esercizio, fatica. E anche dopo si può dipingere, suonare o cantare con soddisfazione, avendo la consapevolezza di padroneggiare lo strumento prescelto (pennello, contrabbasso o voce che sia) pur senza essere divenuti degli artisti di genio.

Sulla scrittura resta sempre un fraintendimento: poiché la consideriamo un’attività primaria ci è difficile distinguere  quel che tutti possono farne da quel che solo alcuni riescono a farne, e di conseguenza a ritenerla un “mestiere”, che come tutti va imparato, e poi un’arte, alla quale non si accederà mai se prima non se ne conoscono i presupposti. Ecco perché un corso di scrittura.

 

La docente


Bio

Bio

Iaia Caputo insegna Scrittura Creativa e Scrittura Autobiografica a Milano, alla scuola Holden di Torino e tiene corsi annuali e workshop in diverse città. Scrittrice ed editor, è autrice dei saggi Mai devi dire, Di cosa parlano le donne quando parlano d'amore, Il silenzio degli uomini (questi ultimi pubblicati da Feltrinelli), e dei romanzi Dimmi ancora una parola (Guanda), ed Era mia madre (Feltrinelli, 2016). I suoi libri sono stati tradotti in Spagna, Portogallo, Croazia. A settembre 2020 uscirà il memoir Il gusto di una vita.

     



Richiedi informazioni

 

Warning: javascript error detected!

This is most likely a result of the actions of a third party extension, which causes javascript functionality to fail across the entire page.

If you see this warning, please check out the documentation regarding jQuery conflicts. We have solutions that can also fix third party issues like this one.

You can force this notification off by switching the show error warnings field off in the advanced tab. But it is better to address it, as the form will most likely not work the way you expect.

 

Corsi in programma

Era mia madre

Era mia madre (2016)

Era mia madre (2016)
Parigi. È qui che la passione per la danza ha condotto Alice, acrobata di un'esistenza precaria come la maggior parte dei suoi coetanei: la generazione senza futuro, quella immersa in un eterno presente che si sente derubata da chi l'ha preceduta. Il suo vivere fuori squadra e senza radici è in parte anche una sfida alla madre - insigne grecista, docente universitaria, alle spalle brucianti passioni politiche e un presente di dolenti disillusioni -, da sempre convinta che l'unico antidoto al caos e alle brutture del mondo è la bellezza; che ci si può considerare vivi fino a quando ci si lascia sopraffare dalla nuda poesia dell'esistenza. Dopo uno scontro feroce, la accompagna alla stazione e, mentre un giovane pianista "di strada" sta suonando con mani incerte una semplice melodia, la madre si accascia. A Napoli, dove la riportano in coma, quel corpo diventa per Alice uno scrigno di memoria e un enigma, a ogni nuova scoperta - sorprendenti segreti e impensate fragilità una figura sempre più mutevole e cangiante. Il ritorno a Napoli coincide per lei con il ritorno nella casa della sua infanzia, dove è costretta a una difficile convivenza con il padre, chiuso in una scontrosa solitudine. Iaia Caputo scava nel cuore di una figlia per arrivare al grande cuore di sua madre, per ripercorrere la catena dei giorni e dell'accadere, perché capita che infine sia il dolore che insegna l'arte di vivere.

Acquista su LaFeltrinelli